La Food Art: la costruzione del piatto. Dal progetto alla sua presentazione

Stampa

Tema degli oltre 30 corsi formativi organizzati quest’anno da Unilever Food Solutions in collaborazione con Federazione Italiana Cuochi, la Food Art è anche l’argomento principe del ricettario firmato dagli chef Giuseppe Buscicchio e Pier Luca Ardito

Si sono da poco conclusi con successo gli eventi in Puglia, tra Alberobello, Torre San Giovanni, Molfetta e Bisceglie, organizzati da Unilever Food Solutions e Federazione Italiana Cuochi. Prossimi appuntamenti in Sicilia, a Lentini il 28 maggio, a Modica il 29 e ad Enna il 30. E poi ancora, prima della pausa estiva, in Veneto a Castelfranco Veneto il 4 giugno e a Verona il 5.

Grande la partecipazione agli eventi, a testimonianza dell’interesse da parte dei professionisti della ristorazione verso il tema scelto quest’anno per gli oltre 30 incontri formativi organizzati in tutta Italia Food Art. La costruzione del piatto, dal progetto al piatto finale.  Un tema nuovo, moderno e originale, che esplora l’arte di sapere esaltare il gusto di un piatto attraverso l’estetica della sua presentazione.

Ideato da Giuseppe Buscicchio, Executive Chef di Unilever Food Solutions, e Pier Luca Ardito, Team Coach della Nazionale Italiana Cuochi, che si è aggiudicata la medaglia d’oro alla Culinary World Cup 2018 di Lussemburgo, il corso illustra ai partecipanti le 6 principali linee guida, attraverso le quali progettare un piatto, che risulti di gusto e nello stesso tempo bello da vedere.

Food Art. La costruzione del piatto, dal progetto al piatto finale è anche il titolo del ricettario, sviluppato dai due chef, che raccoglie, in uno straordinario lavoro a quattro mani, moltissimi suggerimenti per l’impiattamento perfetto e tante ricette che celebrano il connubio tra gusto e bellezza del cibo.

Le ricette, sviluppate sulla base delle 6 linee guida, sono declinate in proposte “à la carte” e per il “banqueting” per evidenziare le differenze nei processi. In particolare quelle nella preparazione (cottura espressa tipica dei piatti à la carte verso cottura a bassa temperatura o sottovuoto tipica del banqueting) e nell’impiattamento (più elaborato nel menù à la carte, semplificato – massimo 3 passaggi – per il banqueting).

Per restare sempre aggiornamenti sui prossimi appuntamenti dedicati alla Food Art consultare le pagine Facebook FIC e Unilever Food Solutions Italia.