I sapori della Valle d’Aosta a Pollenzo

Stampa

Valerio Angelino Catella, lo chef ambasciatore dei sapori della Valle d’Aosta a Pollenzo

Piemontese, figlio  di ristoratori e cresciuto nel ristorante dei genitori, dopo gli studi alberghieri inizia la carriera da cuoco in giro per l’Europa. Si specializza poi nell’arte della pasticceria, nell’ambito della quale vince premi e riconoscimenti a livello europeo.

Valerio Angelino Catella ha scelto di mettere a disposizione il suo savoir faire culinario non in un luogo fisico preciso, bensì nel suo “Ristorante che non c’è“. Come cuoco free lance, infatti, porta la sua cucina ovunque venga richiesto.

Grande esperto della tradizione gastronomica valdostana, alle Tavole Accademiche  di Pollenzo porterà da lunedì 19 a mercoledì 21 giugno tre menù a base di ingredienti della Vallée per trasmettere agli studenti il valore culturale e storico della cucina valligiana.

Si inizia lunedì 19 con insalata di mele renette, noci, lardo, prosciutto di Bosses e fontina all’aceto di mele condita con olio d’oliva della bassa valle, quindi frittata con acetosa e salame di patate, per finire piccole pere di vigna e mele cotte al vino rosso e pane arrostito.

Martedì 20 si prosegue con zuppa valpellinentze primaverile alle erbe dei prati e formaggio valdostano cotta al forno, seguita dalla “soca” al forno (ossia julienne di carne di manzo cotta in umido con patate, rape e cavolo, disposta in teglia  a strati alternati con formaggio valdostano) e per dessert blancmanger  a base di latte di mandorla.

Mercoledì 21 si chiude con minestra riso, latte e castagne, quindi polenta “grigia” di mais e miglio e salsicce in umido, per concludere crema di Cogne al cacao.