Al fianco della Protezione Civile valdostana

Stampa

Nel momento di maggior picco dell’emergenza sanitaria, sono fioccate le richieste di aiuto da parte di enti impegnati a supportare e garantire dei servizi essenziali. Ad una di queste richieste, l’URCVdA ha fornito da subito la massima disponibilità, nel trovare una location adeguata per preparare pasti in sicurezza per i dottori ed il personale sanitario proveniente da altre regioni e per le persone in isolamento preventivo.

La richiesta è giunta proprio durante il venerdì santo, e grazie all’enorme spirito di gruppo dei cuochi valdostani, in meno di 72 ore, oltre ad organizzare le squadre di lavoro con turni settimanali, sono state realizzate le prime preparazioni e confezionamenti dei pasti. Due persone nello specifico di sono occupati di coordinare le realizzazioni da svolgere e i cuochi volontari.

Ad occuparsi della gestione organizzativa delle preparazioni il responsabile eventi Franco Rotella, il quale ha coordinato i gruppi di volontari che man mano si sono succeduti durante le settimane di lavoro. Il laboratorio utilizzato era già predisposto e munito di tutte le attrezzature e strumenti per il confezionamento in mono porzioni. I volontari hanno rispettato il piano di sicurezza messo in piedi in pochissimo tempo dallo chef Rotella.

A coordinare le adesioni e i turni, il segretario regionale Piero Billia, il quale non ha avuto nessun problema nella gestione, in quanto ha ricevuto da subito massima disponibilità nei turni da svolgere. Tutti i volontari hanno contribuito in forma gratuita alla realizzazione dei pasti, e questo è importante sottolinearlo in un momento in cui, oltre all’emergenza, si aggiunge anche la crisi economica.

Il Presidente dell’URCVdA desidera in prima persona ringraziare Franco Rotella e Piero Billia per il coordinamento perfetto dell’iniziativa, ed in particolar modo desidera citare tutti coloro che hanno fornito il loro prezioso contributo volontario:

“Alessandro Lorenzin, Alessandro Moscatiello, Bruno Prunas, Carlo Rivetti, Catia Pellissier, Christian Turra, Christian Voyat, Claudio Norbiato, Danilo Salerno, Felice Savino, Giancarlo Girod, Giovanni Paladini, Giuliano Donatantonio, Giuseppina Serra, Jean Loïc Botteon, Katia Caracciolo, Luisa Basta, Ornella Bertolin, Ornella Corsi, Roberto Vasori, Rosemarie Salomone, Samuele Riva, Sandra Lomello, Vanja Covili Faggioli, Vincenzo Atzei”

-A loro va un grazie per il sostegno, per la partecipazione, per lo spirito associativo e per la sensibilità in un momento particolare in cui l’emergenza sanitaria ci ha messo con le spalle al muro. Un ringraziamento, infine anche ad alcuni partner che ci hanno supportato, alla Protezione Civile Valle d’Aosta e alla Regione Autonoma Valle d’Aosta per la possibilità che ha fornito alla nostra associazione di poter fornire il suo apporto per una giusta causa-.

Per approfondire, clicca qui