Associazione Savona raccoglie fondi per un asilo e con Cuneo in esercitazione per Protezione Civile

Stampa

 Si è svolto con successo il doppio impegno per Unione Regionale Cuochi Liguria con l'evento di Varigotti che ha visto Lady Chef e Chef del savonese confezionare dolci per la raccolta fondi ad offerta libera devoluti a copertura parziale delle spese straordinarie della scuola materna del piccolo borgo Ligure.

Giunta al quinto anno, la raccolta fondi a favore dell'asilo di Varigotti conferma il gusto per l'impegno sociale degli iscritti.

 In contemporanea, nell'ambito del meeting “Protectio” della Protezione Civile a Finalborgo, organizzata da AIB e Consulta del Volontariato di Finale Ligure, si è svolta una simulazione di situazione di emergenza come quelle vissute dai team di risposta al sisma del Centro Italia con l'allestimento di un campo mensa simile a Torrita di Amatrice dove ben 11 team hanno operato e che ha visto serviti 4 menu differenti in due giorni elaborati dai cuochi savonesi Balbiano, Asturi, Ahmeti, Sottile, Beltrame, Meligrana, Oliveri, Cerminara, Romito e di Cuneo Canale, Bertolino e Ponzio che si sono resi disponibili in vista dell'apertura del Coordinamento Italia Nord Ovest del DSE, il Dipartimento di Solidarietà Emergenze di Federazione Italiana Cuochi, che si propone per una ristorazione di qualità anche in situazioni di disagio attraverso la formazione di chef preparati alle emergenze come quelle vissute dalle popolazioni del Centro Italia e che riunirà Liguria, Piemonte e Valle D'Aosta.

Unione Regionale Cuochi Liguri e Associazione Cuochi Provincia Granda ringraziano per entrambi gli eventi colleghi, fornitori, soci e sponsor che si sono adoperati per la miglior riuscita delle manifestazioni.

Nel rispetto della riduzione dello spreco alimentare, in accordo con la consulta del Volontariato e AIB Finale Ligure, le derrate rimanenti sono state destinate alla Fondazione Anna Scosceria, alla Casa Famiglia di Finale Ligure e all'Opera di San Vincenzo di Finalborgo, che si occuperanno di ridistribuirle a famiglie meno fortunate.

Ufficio Stampa URCLiguria