A Formia la 19^ edizione del Piatto Tipico Pontino

Stampa

Grande successo  per la Festa Nazionale del Cuoco che per un’intera giornata ha visto riunite a Formia le Berrette Bianche della Federazione Italiana Cuochi in occasione anche dei due concorsi dedicati alla categoria:  la XIX edizione del Piatto Tipico Pontino e il IX concorso regionale: “La cucina laziale rivisitata in chiave moderna”.

Ad ospitare l’evento fortemente voluto dal Vicepresidente regionale e presidente provinciale della FIC, Luigi Lombardi, l’Istituto alberghiero di Formia.

A destreggiarsi ai fornelli, 7 professionisti e 11 squadre di allievi provenienti da tutto il Lazio. Tutti i concorrenti con lo stesso fine, il rispetto degli ingredienti e la valorizzazione del  proprio territorio”. 

A spuntarla, per la categoria Professionisti, Roberto Grossi - Chef del ristorante Evans di Cassino,  con il “filetto di maialino con noci e mele annurche”  che ha avuto la medaglia d’oro per il concorso provinciale

Secondo classificato nel concorso provinciale, medaglia d’argento allo Chef Andrea Salem di Latina con il  “Pollo alla romana tra tradizione e innovazione

Medaglia d’oro per la categoria professionisti allo  Chef Luciano Spartaco Di Carlo, di Rieti, consulente gastronomico con il piatto” Trota amatriciana sbagliata  e cipolla bruciata

Secondo classificato nel concorso regionale medaglia d’argento a Dario Agostinelli,  Chef  esperto in catering di Anzio  con  il piatto: “Il Carrè di agnello alici alla soia zucca e olive”.

Medaglia d’oro  provinciale al Team  allievi composto da Andrea del Villano,  di Anzio, e Luigi Ranucci di Formia, con il piatto:“ Filetto  di ombrina marinata al fico d’india e tortino di scarola”,

Medaglia d’argento provinciale al Team allievi composto da Ferrante Angela e Michele Esposito allievi I.P.S.S.E.O.A. di Formia con il piatto: “ Trilogy of sea”.

Per gli allievi Lorenzo Montico e Enrica Martini di Rieti, medaglia d’oro regionale  con il piatto: “ La trota nell’orto”

Mentre per gli allievi Nicolò Staccoli e Sofia Salvatori, medaglia d’argento regionale con il piatto:  Rotolo di Faraona con ricotta e castagne e paccheri con mousse di broccolo verde.

Tra i riconoscimenti, anche il premio per il Memorial dedicato all’ex allievo dell’Istituto alberghiero di Anzio prematuramente scomparso,  Daniele Canali, arrivato alla ventunesima edizione. Ad essere premiata la coppia di allievi composta da Luigi Ranucci e Andrea Del Villano, per le tecniche innovative utilizzate per la realizzazione del piatto.

Di grande interesse anche il convegno: “Il ruolo dello Chef come promotore di salute”, moderato dalla giornalista Tiziana Briguglio.

Tra i relatori l’esperto di scienze dell’alimentazione Giuseppe Nocca, la nutrizionista Maria Solis, Il presidente della federazione cuochi Lazio Alessandro Circiello e il responsabile  nazionale del gruppo Emergenze dalla F.I.C. Roberto Rosati. Tutti insieme per sottolineare quanto un corretto modo d’intendere la cucina, abbinato alla scelta di alcuni semplici ingredienti, possa contribuire al benessere della persona e dell’ambiente.

Tra gli interventi, particolarmente toccante è stato quello del presidente della FIC Rieti, Elia Grillotti, che ha parlato delle difficoltà di una zona, come quella del reatino, che nonostante duramente colpita dai recenti terremoti, sta cercando in tutti i modi di non arrendersi.

La serata è terminata con una Cena di Gala presso il Salone principale dell’Istituto Alberghiero dove hanno partecipato circa 200 ospiti tra  Chef, ristoratori, rappresentanti istituzionali, giornalisti, guide del settore e aziende partner.